Dolcetti vegani all’avena e lamponi, veloci e salutari!

dolci vegani avena lamponi

Da qualche tempo mi sono avvicinata a i dolci vegani, ed ho iniziato a fare qualche esperimento.  All’inizio riluttante, sono riuscita a trovare delle belle ricette che mi non mi fanno rimpiangere per nulla latticini e uova. (vedi la mia ricetta dei cupcake banana e cioccolato) Ho comprato un bel libro di dolci vegani e non vedevo l’ora di avere una buona scusa per provarli.

Quando mi ha contattato Stefania di Still words per avere la ricetta di un dolce da abbinare ad un mantra per la meditazione, mi è venuto in mente questo buonissimo dolcetto all’avena e lamponi.

Questi quadrotti all’avena sono un concentrato di buoni ingredienti, non contengono zucchero bianco e farine raffinate. L’avena è una fonte di carboidrati a lenta digestione e fornisce al nostro organismo energia a lungo termine, l’olio di cocco è molto salutare, aiuta il metabolismo ed è antiossidante.

Se non trovate alcuni di questi ingredienti, si possono fare delle sostituzioni: ad esempio lo sciroppo d’agave si può sostituire con lo sciroppo d’acero o di riso, la farina di farro con la farina di grano integrale, la cannella con la scorza di agrumi, ecc…

Dolcetti vegani all’avena e Lamponi

Per 12 quadrotti

  • 300g fiocchi d’avena
  • 130g di farina di farro
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia
  • 1/2 cucchiaino cannella in polvere
  • 1 cucchiaino lievito
  • 1/2 cucchiaino sale
  • 170g sciroppo di agave
  • 130ml olio di cocco
  • 4-5 cucchiai colmi di confettura senza zucchero ai lamponi (o la confettura che preferite)

Difficoltà: facilissimi

Tempo di preparazione: 30 minuti

In una ciotola miscelate l’avena, la farina di farro, il lievito e il sale. Aggiungete gli aromi, in questo caso vaniglia e cannella e mescolate bene il tutto.

Aggiungete l’olio di cocco e lo sciroppo d’agave e lavorate fino ad avere un composto leggermente appiccicoso. Versate metà del composto in una teglia foderata di carta forno di circa 25×25 cm e schiacciate bene con il dorso di un cucchiaio. Versate la marmellata e livellate bene. Ricoprite con il testo di composto all’avena e livellate il tutto.

Cuocete in forno per 20 a 180 gradi fino a che non sarà leggermente dorato.Una volta freddo togliete dalla teglia e tagliate a quadrotti.

Biscottini morbidi al cocco profumati al lime

biscotti cocco

Qualche giorno fa dovevo preparare dei dolcetti da poter trasportare facilmente e mi sono tornati in mente questi biscottini al cocco.

Ho provato varie ricette, avevo provato anche una ricetta di Martha Stewart (mi lascio sempre affascinare dalle meravigliose foto che trovo sul suo sito), ma non ne ero rimasta soddisfatta.

La ricetta che vi propongo è velocissima e il risultato è assicurato! La parte esterna è croccante e l’interno rimane soffice, da provare! Di solito si preparano senza aromatizzarli, Io invece li ho profumati con della scorza di lime, perché per me ogni scusa è buona per utilizzarlo, ma si può utilizzare qualunque altro agrume. Se si vuole di possono rotolare i biscotti una volta freddi nello zucchero a velo, io ho omesso questo passaggio perché per me erano già abbastanza dolci, ma senza dubbio ne guadagnerà l’estetica.

Si conservano una settimana, anche se uno tira l’altro, difficile resistere!

Biscottini morbidi al cocco profumati al lime

  • 125g di farina di cocco
  • 150g di zucchero
  • 40g di farina
  • 2 uova
  • la scorza grattugiata di un lime

Difficoltà: facilissima

Tempo di preparazione: 20 minuti

Setacciare la farina e miscelarla in una terrina con lo zucchero, la scorza di lime e la farina. Aggiungete le uova e mescolate fino ad avere un impasto omogeneo.

Formate delle palline e disponetele sulla placca del forno ricoperta di carta forno, cuocete a 160° per circa 8 – 10 minuti,  sfornate i biscotti appena saranno leggermente dorati.

E voilà! Più facile di così!

Bicchierini con crema alla ricotta e pere con croccante di mandorle

crema ricotta pere

Finalmente è arrivato marzo, non vedevo l’ora! La mancanza di luce durante l’inverno di deprime sempre… per festeggiare ho voluto preparare dei bicchierini con crema alla ricotta e pere caramellate, coperto da un croccante alle mandorle, leggero e buonissimo!!!

E’ una ricetta un pò più complicata di una semplice mousse, ma l’effetto finale è vellutato e merita un pò di lavoro in più! Potete sostituire le pere con il frutto che preferite, mele, susine, ananas…

E’ fondamentale avere in casa un termometro, perchè in questo dolce viene usata la base per semifreddo, la pàte à bombe, che si ottiene montando i rossi d’uovo con lo sciroppo caldo a 121 gradi.

Io ho voluto creare un bel contrasto con la cremosità del dolce ricoprendolo di croccante alle mandorle, ma se volete semplificarvi la vita potete semplicemente usare della granella di mandorle, magari tostate per una decina di minuti in forno, o anche solo dei biscotti sbriciolati.

Le dosi per il croccante sono un pò abbondanti ma non credo andrà sprecato, ogni volta che lo preparo sparisce in un attimo!

Crema alla ricotta e pere con croccante alle mandorle

Per le pere caramellate

  • 400g di pere wiliams
  • 40g di liquore amaretto (o grappa, o rhum)
  • una bacca di vaniglia o un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
  • 20g di zucchero

Per la base semifreddo

  • 45 gr tuorli ( circa 3 tuorli)
  • 65 gr zucchero
  • 25 gr acqua

Per la mousse ricotta e pera

  • 90 gr base semifreddo
  • 250 gr ricotta di pecora
  • 250 gr panna montata
  • 6 gr di colla di pesce (3 fogli da 2 grammi)

Per il croccante di mandorle

  • 120 gr zucchero
  • 100 gr mandorle

Difficoltà: impegnativa

Tempo di preparazione: 1 ora + 2 ore per il raffreddamento

Strumentazione richiesta: termometro

Tagliate a dadini le pere e fatele cuocere in una padella insieme al resto degli ingredienti, appena risulteranno cotte ma ancora leggermente croccanti toglietele dal fuoco e fate raffreddare sopra un colino per far colare il liquido in eccesso

Per il croccante: tostate per una decina di minuti le mandorle a 150 gradi. In una larga padella versate parte dello zucchero fino a creare uno strato sottile ma uniforme. Appena lo zucchero comincerà a caramellare versate sopra altro zucchero e fate sciogliere il tutto nuovamente. Appena avrete terminato lo zucchero e avrete ottenuto un caramello dorato versate le mandorle e girate il tutto per ricoprirle per bene. Versate il croccante sopra a della carta forno e fate raffreddare (in questo caso non ci interessa appiattire il croccante perchè poi andrà tritato a coltello)

Per la base semifreddo: scaldate l’acqua e zucchero a fino ad arrivare a 121°c, intanto montate i tuorli, quando lo sciroppo sarà pronto, versatelo lentamente a filo sui tuorli continuando a montare fino a raffreddamento.

Ammollate la gelatina per una decina di minuti in acqua fredda. Setacciate per due volte la ricotta per ottenere una crema morbida. Unitevi metà dei dadini di pera e tutto il liquido che avrete scolato. Aggiungete la base semifreddo alla ricotta e mescolate bene.

Montate la panna tenendone da parte un goccio che servirà a sciogliere la gelatina (mi raccomando non a neve troppo ferma, altrimenti non si amalgamerà bene con il resto degli ingredienti).

Sciogliete la gelatina con la panna tenuta da parte e unitela alla crema di ricotta mescolando velocemente per non creare grumi. Aggiungete a questo punto la panna montata mescolando dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Disponete i dadini di pera sul fondo dei bicchierini e colate sopra la crema. Fate raffreddare in frigorifero per almeno un paio d’ore.

Togliete i bicchierini dal frigorifero almeno una mezz’ora prima di servire e cospargete la superficie con il croccante che avrete tritato grossolanamente con il coltello.

Morbidissime tortine al cacao farcite al caffè, i whoopie pie!

whoopie pie al caffè

I whoopie pie sono dei dolcetti di origine americana, composti da sue soffici tortine al cacao. Si dice che venissero preparati dalle donne Amish e che i mariti, trovandoli nel cestino per il pranzo esclamassero whoopie!! dalla gioia.

La ricetta originale prevede che siano unite da una crema di marshmallows o della crema al burro. Io ho preferito usare la mia amata crema al Philadelphia, più leggera, e aromatizzarla con del caffè, ma voi potete usare gli ingredienti che preferite, scorza di arancia, rhum, gocce di cioccolato, granella di nocciole e chi più ne ha più ne metta!

Penso siano proprio l’ideale per una merenda o per iniziare la giornata con una bella colazione, whoopie!!!!

 

Whoopie pie con crema al caffè

Ingredienti per 20 woopie pie

  • 250 gr farina
  • 50 gr cacao amaro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 125 gr burro
  • 170 gr zucchero
  • 1 uovo
  • 180 ml latte intero
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • I semi di mezza bacca di vaniglia o un cucchiaino di estratto di vaniglia

Frosting al formaggio:

  • 350 gr Philadelphia
  • 4 cucchiai zucchero a velo
  • I semi di mezza bacca di vaniglia o un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • Una tazzina di caffè
  • Un cucchiaino di caffè liofilizzato

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 40 min + 10 min di cottura

Mescolate il latte con il succo di limone e lasciatelo riposare per una decina di minuti. In un’ampia ciotola setacciate la farina con il cacao, il lievito e il bicarbonato.

In un’altra ciotola lavorate il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungete l’uovo e la vaniglia.

Aggiungete il mix di farina e cacao alternandolo al latte. Lavorare il composto fino ad ottenere un impasto omogeneo

Disponete delle palline di composto con un cucchiaino sulla teglia che avrete foderato di carta forno. Mi raccomando, distanziate molto le palline tra di loro e utilizzate poco impasto alla volta, perché in cottura lieviteranno molto.

Lisciate ogni mucchietto con le dita inumidite per ottenere una forma regolare. Cuocete in forno a 190 gradi per 10 minuti. A cottura ultimata togliete dalla teglia e fateli raffreddare completamente.

Nel frattempo preparate il frosting: sciogliete nel caffè caldo il caffè solubile e lasciate raffreddare. Mescolate il Philadelphia con lo zucchero a velo, la vaniglia e il caffè.

Mettete il frosting sulla parte piatta della tortina con una sac à poche, una siringa per dolci o semplicemente con un cucchiaino. Coprite con la seconda tortina e buona merenda!

Una cheesecake al cioccolato bianco e lamponi che sembra una nuvola!

Cheesecake cioccolato bianco lamponi

La cheesecake che vi propongo mi è piaciuta moltissimo, ha una consistenza meravigliosa, vellutata e leggera, e un sapore molto equilibrato.

Volevo preparare un dolce al cioccolato bianco che però non fosse stucchevole e navigando su internet ho trovato la chessecake di Misya che mi è piaciuta molto, non contiene zucchero e la consistenza è leggerissima grazie alla panna montata. Lo yogurt greco e le amarene contrastano divinamente con la dolcezza del cioccolato bianco.

Io ho utilizzato i lamponi, che preferisco, diminuito la colla di pesce e variato leggermente le proporzioni, il risultato è favoloso! Ho voluto decorare la torta con una coulis di lamponi ma se non avete voglia di cimentarvi potete semplicemente aumentare i lamponi interi e lasciare la torta completamente bianca.

Questa dolcissima ricetta la dedico alla piccola Angela e all’associazione “La musica di Angela”, che vuole assistere i bimbi ricoverati in ospedale con la musicoterapia.

Cheesecake al cioccolato bianco e lamponi

Per una tortiera da 24 cm:

  • 250 gr biscotti secchi
  • 100 gr burro
  • 350 gr cioccolato bianco
  • 250 gr Philadelphia
  • 150 gr yogurt greco
  • 150 gr mascarpone
  • 300 gr panna fresca
  • 8 gr colla di pesce
  • 2-3 cucchiai di latte
  • 200 gr lamponi
  • Un cucchiaio di zucchero a velo

Tempo di preparazione: 45 minuti + 2 ore per il raffreddamento

Difficoltà: facile

Sciogliete il burro tagliato a pezzetti a fuoco basso. In un mixer tritare i biscotti e unite le briciole ottenute con il burro. Versate il composto nello stampo a cerniera ( se volete potete foderare il fondo con carta forno) e compattate il tutto aiutandovi con il fondo di un bicchiere. Mettete in frigo a raffreddare mentre preparate il resto della torta.

Prepariamo la coulis di lamponi: frullate un quarto dei lamponi con un cucchiaio di zucchero a velo. Passateli in un colino e mettete la coulis in una sac à poche con una punta liscia molto sottile, al massimo da 0,5 cm oppure in una siringa da pasticcere.

Mettete in ammollo la gelatina in acqua fredda per almeno 10 minuti. Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato spezzettato. Mescolate il formaggio spalmabile, il mascarpone e lo yogurt greco. Aggiungete al coposto il cioccolato bianco.

Sciogliete la gelatina scaldandola insieme al latte, unite il tutto alla crema di cioccolato. Montate la panna e unitela delicatamente al resto degli ingredienti.

Tagliate i lamponi restanti a metà e disponeteli sul fondo della teglia lasciando un centimetro libero dal bordo. Distribuire il composto nella tortiera cercando di non spostare i lamponi e livellando bene la superficie.

Per la decorazione: lasciar cadere delle gocce di coulis sulla superficie della torta cercando di disegnare una spirale. Passare sopra le gocce con uno stuzzicadenti formando i cuori.

Lasciate raffreddare la torta in frigorifero almeno 2 ore prima di servire

Le caramelle che si sciolgono in bocca

caramellePer il secondo appuntamento con Virgin Radio ho dedicato una ricetta ai OneRepubblic, pop rock band originaria del Colorado. Mi sono informata e ho scoperto che in Colorado ci sono molte pasticcerie artigianali che esportano dolcetti e caramelle nel resto degli Stati Uniti, e quindi mi è venuta in mente la mia ricetta delle caramelle, semplice e senza cottura.

Mi piace moltissimo fare le caramelle, anche se bisogna fare attenzione e seguire la ricetta alla lettera, lo zucchero va cotto e deve raggiungere una certa temperatura, altrimenti non si avrà un buon risultato. Mi ricordo che una volta mi è caduta la pentola dove le stavo preparando, praticamente una colata lavica di zucchero si è solidificata sul mio pavimento, ci ho messo un giorno a pulire tutto!

Poi ho trovato questa ricetta che mi aveva incuriosito moltissimo, fare le caramelle con il formaggio spalmabile??? Ho provato e devo dire che sono buonissime! Velocissime da preparare, si sciolgono in bocca!

Caramelle

  • 100 gr formaggio spalmabile
  • 250/300 gr zucchero a velo
  • Aromi a scelta: estratto naturale di vaniglia, olio essenziale limone, menta, arancia rosa, violetta…
  • una goccia di colorante alimentare (facoltativo)

Difficoltà: facilissima

Tempo di preparazione: 15 minuti

Mescolate il formaggio per renderlo più morbido e incorporate poco alla volta lo zucchero a velo che avrete passato al setaccio per togliere eventuali grumi.

La quantità di zucchero da usare dipende dalla forma che vorrete dare alla vostre caramelle. Io ho usato circa 250 gr di zucchero, perchè poi ho messo il composto ottenuto in una sac à poche e quindi avevo bisogno che fosse ancora morbido. Se volete usare degli stampini per cioccolatini o semplicemente tagliarle a quadratini o fare delle palline avrete bisogno di aggiungere più zucchero per ottenere un impasto che non appiccichi.

Quando avrete ottenuto la consistenza che preferite potete dividere il composto in tante ciotole quanti sono i gusti che volete ottenere. In ogni ciotola aggiungete qualche goccia di olio essenziale e una goccia di colorante alimentare.

Mescolate il tutto e assaggiate per sentire se il gusto è abbastanza intenso. A questo punto formate le vostre caramelle come preferite, io ho utilizzato una sac à poche con due punte a stella diverse.

Bisogna far seccare le caramelle, da un paio d’ore se il composto era molto sodo ad un giorno se l’impasto era molto morbido.

Angel Food Cake all’ananas (con sorpresa)

angel food cake ananas

Stamattina ho fatto un intervento su Virgin Radio, dovevo dedicare un dolce a Paradise city dei Guns n’roses. Mamma mia che emozione! Virgin Radio è la radio che ascolto tutti i giorni, poter andare in onda con Dottor Feelgood è stato mooolto emozionante, mi sono anche impappinata!!!!

Ma torniamo alla torta per Paradise city, Los Angeles, cosa c’è di meglio della Angel food cake per la città degli angeli? La Angel food cake è una torta classica americana, la sua particolarità è che non contiene grassi ma solo farina zucchero e albume d’uovo, che la rende umida e molto soffice.

Io l’ho ricoperta di yogurt, che contrasta benissimo l’impasto dolce della torta e l’ho voluta aromatizzare con lime e rhum. In onore dei Guns n’roses, la farcitura è a sorpresa, con ananas e un pizzico di peperoncino!

Provatela, vi stupirà!

Angel food cake all’ananas

  • 360 gr di albumi
  • 150 gr di zucchero più altri 120 gr
  • 150 gr farina
  • 5 gr di cremor tartaro
  • scorza grattugiata di un lime
  • 12 gr di rhum
  • 2 gr di sale
  • i semi di una bacca di vaniglia o un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • una lattina di ananas al naturale
  • mezzo peroncino fresco
  • 450 gr yogurt greco al naturale

Difficoltà: facile

Tempo di preparazione: 40 minuti+ 30 minuti di cottura

Montate a neve gli albumi versando 150 gr di zucchero in tre volte. Quando saranno ben montati versate il rhum, la scorza del lime e la vaniglia. In una ciotola setacciate la farina, il sale, i 120 gr di zucchero, il cremor tartaro e miscelateli insieme.

Versate le polveri poco alla volta sopra agli albumi e mescolate dal basso verso l’alto per cercare di non smontare il composto.

Versate il tutto in uno stampo da ciambella. Attenzione: lo stampo non va nè imburrato nè infarinato, perchè l’impasto deve potersi “aggrappare” alle pareti dello stampo per poter crescere.

Infornate a 175 gradi per 30 minuti circa, prima di sfornate fate la prova stecchino.

Appena sfornata torta deve raffreddare capovolta per almeno mezz’ora (io ho appoggiato i bordi dello stampo su due scatole).

Una volta freddo passate un coltello sui bordi dello stampo e sfornate. Tagliate l’ananas al coltello e aggiungete il peperoncino tritato molto finemente. Tagliate la torta per il lungo e farcitela con l’ananas. Ricoprite la torta con lo yogurt greco.